Per consulenze professionali: consulenze@marinobaccarini.it

Non basta ricordare che la nostra vita “social” influenza anche quella “reale”. Occorrono fatti ed esempi che dimostrino come, ciò che pubblichiamo su Facebook, Twitter, Google+ e gli altri canali social, finisca per decidere del nostro futuro.

Sempre più aziende di rectruiting utilizzano i canali social per cercare possibili candidati. Non è solo una “moda” americana Anche da noi, il nostro profilo pubblico è la nostra carta d’identità, con tutti i pro e contro. Ricordiamoci di scegliere con maggiore attenzione le immagini da pubblicare perchè anche fra 1, 2 o 5 anni, qualcuno potrebbe farsi un’idea sbagliata di noi a causa di una foto che ci mostra un tantino troppo “allegri”.

Ecco un link che approfondisce l’argomento.  Ottobre 2014:  sono spiacente, la pagina linkata non è più disponibile.

Marino Baccarini

Sono un consulente in Comunicazione Aziendale, Web marketing e Social Media Marketing. Aiuto le imprese a creare relazioni con le persone, utilizzando gli strumenti della comunicazione digitale e della comunicazione tradizionale

Ciao, aggiungi il tuo commento al post.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi articolo precedente:
Aziende e cantanti insieme ai fans per scrivere canzoni

Dalla nascita della rete Internet, le occasioni di creare qualcosa di nuovo, interessante, stimolante e perfino, qualche volta, rivoluzionario, non...

Chiudi