Offro soluzioni, spesso originali e consigli a piccole imprese in comunicazione aziendale, web marketing, copywriting, naming, social media, Brand Positioning, SEO.

Intelligenza Artificiale per scrivere testi

Questo articolo esplora le insidie nascoste nell’uso inconsapevole dell'Intelligenza Artificiale nella creazione di contenuti per la comunicazione aziendale e i materiali di marketing. È di cruciale importanza valutare i rischi enormi insiti nell’impiego dell’IA senza una rigorosa e competente revisione da parte di esseri umani.

Intelligenza Artificiale Per Scrivere Testi - Immagine Di Mani Che Scrivono Su Laptop E Simboli Legati All'Intelligenza Artificiale

Impiegare l’IA, l’Intelligenza Artificiale per scrivere testi, comporta un rischio che milioni di individui nel mondo non stanno prendendo sul serio.

Due categorie di persone sono particolarmente interessate: chi è pagato per scrivere testi per la comunicazione aziendale e per altri scopi, ovvero i copywriter di mestiere e gli imprenditori che hanno deciso di risparmiare creando i propri materiali di marketing.

Quando costoro non posseggono le competenze necessarie a impiegare l’IA consapevolmente, il rischio maggiore cui vanno in contro è di pubblicare esattamente il contrario di ciò che pensano e che vorrebbero comunicare.

Poco male penserai, dove sta il problema, oramai “la gente” legge solo i titoli.

Il rischio, come ho detto, è di utilizzare l’Intelligenza Artificiale per scrivere testi e in generale creare contenuti utilizzati per la comunicazione aziendale e i materiali di marketing, senza che questi siano letti accuratamente, revisionati, corretti.

Quando i contenuti fatti creare all’IA vanno in pasto ai mezzi di comunicazione senza una revisione seria affidata a chi ne ha le competenze, il rischio è che potrebbero riflettere idee, concetti, opinioni e valori completamente diversi da quelli del copywriter o dell’imprenditore.

Cosa potrebbe accadere senza controllare i contenuti creati dall’IA

Il danno in termini di reputazione, autorevolezza, credibilità e le conseguenze dirette sulle vendite potrebbe essere enorme e, ciò che è peggio, non essere associato all’uso improprio dell’Intelligenza Artificiale.

In breve, se i lettori, visitatori del sito o del blog e i potenziali clienti si rendono conto che i contenuti sono fasulli e scritti non da esseri umani, possono perdere fiducia nell’azienda, nell’autore e sentirsi presi in giro in qualche modo.

A questo punto, chi meglio della stessa IA potrebbe illustrare il rischio insito nell’impiegare l’Intelligenza Artificiale per scrivere testi gratis e utilizzarli alla cieca col solo scopo di risparmiare tempo, denaro, guadagnare visibilità e attirare lettori, visitatori e clienti?

L’IA per scrivere testi potrebbe essere dannoso per la tua impresa?

Se desideri una risposta secca e veloce ecco il “pensiero” di OpenAI Chat GPT:

“L’utilizzo dell’Intelligenza Artificiale per scrivere testi potrebbe essere dannoso per un’impresa poiché l’AI potrebbe mancare di comprensione dei valori aziendali, generare contenuti insensibili culturalmente, causare allineamenti errati e creare materiale potenzialmente controverso o poco autentico, compromettendo la reputazione aziendale.”

Di seguito pubblico la risposta completa fornita dal noto chatbot basato su intelligenza artificiale.

Inizio del testo creato da OpenAI chat GPT

L’affermazione sottolinea un rischio importante associato all’uso indiscriminato dell’Intelligenza Artificiale (AI) per la creazione di contenuti aziendali e materiali di marketing. Ecco alcune ragioni per cui questa visione potrebbe essere supportata:

1. Mancanza di comprensione del contesto aziendale e dei valori: L’IA, nonostante i progressi, può avere difficoltà nel comprendere appieno il contesto specifico di un’azienda, i suoi valori distintivi e la sua posizione nel mercato. Ciò potrebbe portare a generare contenuti che non rispecchiano adeguatamente l’identità aziendale, sfumando la coerenza del messaggio e causando potenziali disallineamenti con la visione aziendale.

2. Sensibilità culturale e linguistica: L’AI potrebbe non essere in grado di cogliere pienamente le sfumature linguistiche, culturali e sociali necessarie per la comunicazione aziendale efficace. Ciò potrebbe portare a interpretazioni errate o a formulazioni inadeguate che possono danneggiare la reputazione aziendale o, peggio ancora, essere fraintese dal pubblico di riferimento.

3. Mancanza di empatia e intuizione umana: L’IA può mancare della capacità umana di comprendere emozioni, intuizioni e sfumature che sono spesso essenziali nella comunicazione aziendale. Questo potrebbe tradursi in contenuti che sembrano meccanici o privi di autenticità, riducendo l’efficacia della comunicazione e la connessione emotiva con il pubblico.

4. Rischio di generare contenuti controversi o offensivi: Senza una revisione umana approfondita, l’AI potrebbe produrre contenuti che sono potenzialmente controversi, offensivi o non etici. La mancanza di consapevolezza umana e di discernimento etico può portare a comunicazioni dannose che compromettono la reputazione aziendale.

5. Adattabilità alle situazioni in evoluzione: L’IA potrebbe non essere sufficientemente adattabile per rispondere in modo efficace a situazioni aziendali in rapida evoluzione. La sua mancanza di consapevolezza delle dinamiche aziendali e del contesto esterno potrebbe rendere difficile la creazione di contenuti pertinenti e tempestivi.

In conclusione, l’uso dell’AI per la creazione di contenuti aziendali richiede una supervisione umana accurata per garantire l’allineamento con la visione e i valori aziendali, la sensibilità culturale e la capacità di adattarsi alle sfide in continua evoluzione.

L’AI può essere uno strumento potente, ma il suo utilizzo responsabile richiede una combinazione equilibrata di tecnologia e intelligenza umana.

Fine del testo creato da OpenAI chat GPT

Tu usi le applicazioni basate sull’Intelligenza Artificiale per scrivere testi gratis o per altri scopi?

Fai revisionare i tuoi contenuti oppure ti affidi a copywriter esterni e se lo fai, controlli sempre i materiali di marketing o i testi che ti vengono inviati?

Sei a conoscenza dell’esistenza di bot conversazionali in grado di scrivere testi identici a quelli creati da umani?

Se vuoi rispondere alle mie domande e ampliare la conversazione sul tema, lascia il tuo commento.

Clicca sui bottoni per altri post sui seguenti temi

Consigli per Piccole ImpreseConsigli scrittura blogCreare contenuti per vendere

Questo articolo è stato utile? Aiutami a consolidare la mia reputazione: condividilo!

Offro soluzioni, spesso originali e consigli a piccole imprese su temi relativi a comunicazione aziendale, web marketing, copywriting, naming, social media, Brand Positioning, SEO.

Le mie competenze sono a disposizione di aziende e professionisti che desiderano creare relazioni con potenziali clienti impiegando i mezzi della comunicazione crossmediale, il Web Marketing e il Social Media Marketing.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna su